NBA: parte la caccia ai Miami Heat

Inizia questa notte la stagione NBA 2012/2013 e di conseguenza la caccia ai campioni in carica dei Miami Heat di Lebron James  che lo scorso anno dominarono la stagione regolare ed i playoff battendo in Finale gli Oklahoma City Thunder di Kevin Durant.

La squadra da battere sono sempre loro, i Miami Heat, che rispetto allo scorso anno si sono addirittura rafforzati mettendo in squadra due giocatori di esperienza e talento come Ray Allen e Rashard Lewis. Ma l’ago della bilancia sarà ancora una volta Lebron James che ora, dopo aver preso ancor più coscienza delle proprie possibilità, sarà sempre più difficile da fermare. I Miami Heat inoltre fanno della duttilità il loro punto di forza con diversi giocatori, a partire da Lebron e Bosh, che possono giocare in più ruoli mettendo in difficoltà le difese avversarie. Quest’anno con Ray Allen potranno giocare diversi minuti anche con un quintetto “piccolo” composto da Chalmers playmaker, Allen guardia tiratrice, Wade ala piccola, Lebron ala grande e Bosh centro. Insomma, sarà dura per tutti.

Ad Est gli Heat non hanno nessun sfidante degno di nota. Nemmeno i Boston Celtics guidati da Doc Rivers ed il suo Ubuntu sembrano in grado di fermare i campioni in carica, anche se i margini di crescita dei verdi sono imprevedibili. Tra le altre squadre non ce n’è nessuna degna di nota, considerando che Chicago giocherà gran parte della stagione senza Rose e che New York sarà sempre e comunque solo una comprimaria.

Gli sfidanti principali di Lebron sono quindi ad Ovest. Ci saranno ancora i Thunder, che però con la cessione di James Harden perdono un punto di riferimento importante nel roster, quel giocatore che entrando dalla panchina era in grado di girare le partite. Ci sono poi gli Spurs che dopo la debacle in Finale di Conference dello scorso anno cercheranno il riscatto, facendo affidamento oltre che sulle vecchie glorie anche su un Leonard che al secondo anno potrebbe iniziare a diventare un fattore determinante.

Ho lasciato per ultimi i Los Angeles Lakers di Kobe Bryant. Sulla carta sono la squadra che si è più rinforzata durante l’estate e probabilmente la sfidante principale degli Heat. Ma i gialloviola avranno bisogno di tempo per trovare la giusta chimica di squadra e soprattutto avranno molte contendenti perchè ancora una volta l’Ovest è un paio di gradini avanti rispetto all’Est, il che comporta un maggior dispendio di energie durante la Regular Season. Le contender dei Lakers più agguerrite ad Ovest saranno, oltre a Thunder e Spurs, sia i Clippers di Chris Paul che i Nuggets di Danilo Gallinari.

Ma una squadra che aggiunge nel proprio roster Steve Nash e Dwight Howard, inserendo inoltre anche Antwan Jamison dalla panchina, deve per forza di cose puntare al titolo. Il punto interrogativo più grande secondo me è il coach che dovrà cambiare stile di gioco alla sua squadra, perchè  le chiavi saranno in mano di Nash che non è propriamente un giocatore adatto al gioco al rallentatore di coach Brown.

Una finale tra Miami Heat e Los Angeles Lakers sarebbe sicuramente la più bella ed affascinante. Potrebbe essere l’ultimo anno in cui vedere Lebron James e Kobe Bryant che si giocano il titolo e penso proprio che ne potrebbe valere la pena.

E secondo voi quale sarà la Finale NBA 2013?

Lebron James e gli Heat campioni NBA 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *