#NBA: trade clamorosa! Kyrie Irving a Boston ed Isaiah Thomas a Cleveland

Nella notte la NBA ha fatto registrate una delle trade più clamorose degli ultimi anni. E’ stato un fulmine a ciel sereno quello che ha portato Kyrie Irving ai Boston Celtics ed Isaiah Thomas ai Cleveland Cavaliers. Lo scambio ha interessato le due franchigie che lo scorso anno si erano giocate la Finale di Conference ad Est (Cleveland si era imposta per 4-1) e porta aduno scambio di maglia di due dei playmaker più forti della Lega. Il talento di Irving e Thomas resta comunque nella Eastern Conference, dove a questo punto i valori in campo potrebbero essere stati rivoluzionati. Ma in favore di chi?

La trade dell’anno che ha portato Kyrie Irving ai Boston Celtics ed Isaiah Thomas ai Cleveland Cavaliers ha interessato anche altri giocatori che si sono mossi tutti in direzione Cleveland: alla corte di LeBron James infatti non è arrivato il solo Isaiah Thomas, ma fanno parte del “pacchetto” anche Jae Crowder, Ante Zizic e la prima scelta 2018 dei Brooklyn Nets, che è stata la pedina fondamentale per portare a termine lo scambio, così che se LeBron dovesse lasciare i Cavs la dirigenza potrà comunque rilanciare immediatamente la loro ricostruzione con una buona pick. Da un punto di vista contrattuale invece Irving aveva due anni di contratto, mentre Thomas è appena entrato nell’ultimo anno del suo contratto, il che significa che Cleveland nell’estate 2018 sarà nella difficile posizione di dover decidere se offrire il massimo salariale al playmaker tascabile appena acquisito.

Kyrie Irving contro Isaiah Thomas
Kyrie Irving contro Isaiah Thomas

In questo modo i Celtics trovano la star che mancava ancora nel loro roster per poter diventare veramente una contender. Kyrie Irving è un giocatore pazzesco, in grado di risolvere da solo una partita, come ha dimostrato di saper fare in molte occasioni con la maglia di Cleveland. Il quintetto di Boston potrà contare su altri due All Star, ovvero Gordon Hayward (nel ruolo di Ala Piccola) ed Al Horford (che sarà il Centro titolare), e sarà completato da Jaylen Brown nel ruolo di guardia e da Marcus Morris come Ala Forte. Dalla panchina invece daranno minuti importanti Marcus Smart, i rookie Jayson Tatum e Terry Rozier, oltre ad Aron Baynes e Shane Larkin. Le rotazioni saranno ridotte per Brad Stevens, ma per il coach non sembra essere un problema perché in campo lui divide i giocatore secondo “tre posizioni di gioco e non cinque”.

Cleveland perde il suo secondo miglior giocatore, ma allunga il roster e si assicura anche una scelta al prossimo draft che, salvo sorprese, dovrebbe essere piuttosto alta. Il quintetto sarà composto due ex Celtics, con Isaiah Thomas nel ruolo di playmaker e Jae Crowder come guardia, che saranno affiancati da LeBron James, Kevin Love e Tristan Thompson. Ma i Cavs guadagneranno soprattutto una maggiore profondità della panchina, che era stata il tallone d’Achille dei Campioni NBA 2016 nella scorsa stagione. Coach Lue potrà contare su un secondo quintetto formato da Derrick RoseJR SmithKyle KorverJeff Green ed Ante Žižić, ai quali si aggiungono anche Iman Shumpert, Richard JeffersonChanning Frye e Cedi Osman.

In questo momento è difficile dire quale delle due franchigie abbia tratto maggior beneficio dalla trade. Come sempre sarà il campo a dircelo. Tra l’altro la prima giornata della stagione NBA 2017/2018 vedrà i Boston Celtics scendere in campo proprio a Cleveland contro i Cavs. Ci sarà da divertirsi!

I Celtics danno il benvenuto a Kyrie Irving
I Celtics danno il benvenuto a Kyrie Irving

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *