#NBA: un inizio stagione costellato dagli infortuni

Sono passate poco più di due settimane dall’inizio della stagione NBA 2017/2018 che, fino ad oggi, ha visto tantissimi giocatori fermarsi ai box per infortunio. Il più grave è sicuramente quello di Gordon Hayward, infortunatosi seriamente (frattura scomposta della caviglia sinistra, stagione già finita) nel corso dell’opening night dopo appena 5 minuti e 10 secondi di gioco.

Nel mese di luglio 2017 la NBA aveva messo in atto alcuni cambiamenti, anticipando di circa 2 settimane l’inizio del campionato, riducendo il numero delle partite troppo ravvicinate (i famosi back-to-back) e dando quindi più riposo ai giocatori che nel corso della sola stagione regolare sono chiamati a scendere in campo per 82 partite.

Gordon Hayward in stampelle
Gordon Hayward in stampelle

Ma vediamo chi sono i giocatori infortunati:

Gordon Hayward: frattura scomposta della caviglia sinistra, stagione finita per il grande colpo di mercato estivo dei Boston Celtics.

Jeremy Lin: rottura del ginocchio destro, stagione finita per il giocatore di origini taiwanesi.

Milos Teodosic: fascite plantare piede sinistro, almeno due mesi di stop per l’ex CSKA.

Chris Paul: infiammazione ginocchio sinistro, 4 settimane di stop per il neo acquisto dei Rockets.

Markelle Fultz: la prima scelta del Draft 2017 sta soffrendo per uno “squilibrio muscolare” alla spalla destra ed è fuori a tempo indeterminato. Continua la maledizione delle prime scelte dei 76ers.

Tristan Thompson: i Cavs hanno perso anche Tristan Thompson, che nell’ultima partita dei Cavs (quarta sconfitta consecutiva) ha abbandonato il campo a causa di un problema al polpaccio sinistro. Starà fuori almeno un mese.

Larry Nance Jr: il giocatore dei Lakers è stato costretto a lasciare il campo durante la partita di questa notte contro Portland per la frattura del secondo metacarpo della mano sinistra che lo terrà fuori dai campi di gioco per oltre un mese.

Nikola Mirotic: il giocatore dei Bulls dovrà stare fuori almeno fino a metà dicembre a causa delle fratture facciali riportate dopo il pugno ricevuto in allenamento dal compagno Bobby Portis.

A questi giocatori poi sono da aggiungere quelli che non hanno nemmeno iniziato la stagione. Tra loro uno dei giocatori più chiaccherati dell’estate, Isaiah Thomas, che sarà fuori almeno fino a gennaio per i problemi all’anca. E’ fuori da inizio stagione anche Kawhi Leonard a causa di un problema al quadricipite sinistro (il leader degli Spurs non ha giocato nemmeno nella pre-season), con gli Spurs che oltre a lui stanno facendo a meno anche di Tony Parker. Entrambi i giocatori dovrebbero rientrare nel corso del mese di novembre. Dovrebbe rientrare a fine novembre anche Zach LaVine, mentre i tempi di recupero sono più lunghi per Jabari Parker che sarà out almeno fino a febbraio 2018. Sarà fuori per tutta la stagione Brandon Knight, che a luglio si era rotto i legamenti del ginocchio durante una partita di esibizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *