Olio al Peperoncino fatto in casa……

L’olio aromatizzato al peperoncino è un ottimo condimento che utilizzo spesso per insaporire moltissimi tipi di piatti. Visto che coltivo varie tipologie di peperoncini piccanti, ogni anno preparo sempre anche qualche bottiglia di olio piccante da tenere sempre a portata di mano. La foto in fondo all’articolo è di una mia bottiglia di olio piccante appena travasata e pronta all’uso.

Vediamo qual’è il semplice procedimento che seguo per aromatizzare l’olio piccante. Per prima cosa bisogna selezionare i peperoncini. Difficilmente faccio distinzioni per tipologia di peperoncini, quindi utilizzo quelli che ho a portata di mano che siano Habanero, Jalapeno e perfino i piccantissimi Naga Morich e Trinidad Scorpion. Una cosa molto importante è quella di lavare i peperoncini per poi lasciarli essiccare. A quel punto si procede a tagliare il gambo e si infilano nella nostra bottiglia di vetro, all’interno della quale aggiungeremo l’olio extravergine d’oliva. C’è chi aggiunge alla ricetta anche uno spicchio d’aglio pelato e tritato, ma sinceramente io salto questo passaggio. A questo punto l’olio al peperoncino deve essere chiuso ermeticamente per poi essere conservato per almeno tre settimane in un luogo buio ed asciutto. Da quel momento l’olio al peperoncino potrà finalmente essere utilizzato.

Ma la piccantezza? Dipende da molti fattori, primo fra tutti la tipologia di peperoncini che vengono utilizzati, ma anche la quantità di peperoncini utilizzati in rapporto all’olio. A seconda delle scelte che farete il risultato finale sarà più o meno piccante. Ovviamente la piccantezza può essere modificata anche in un secondo momento, aggiungendo altro olio per diminuirla oppure aggiungendo altri peperoncini per aumentarla.

Olio al Peperoncino fatto in casa
Olio piccante al Peperoncino fatto in casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *