Plantbook: il notebook che si annaffia

Il Plantbook

Oggi giorno si sente parlare continuamente di ecosostenibilità e di sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente. Proprio da questo è nato Plantbook, ovvero un concept di computer ecosostenibile, un notebook ad energia solare che può essere ricaricato praticamente “innaffiandolo” immergendolo in un bicchiere d’acqua.

Il notebook è il frutto del progetto di due designer coreani, Seunggi Baek e Hyerim Kim, secondo cui il Plantbook può essere facilmente arrotolato su se stesso ed immerso in un bicchiere d’acqua. Il portatile infatti è formato da due display ultrasottili e può essere arrotolato su se stesso assumendo così una forma simile a quella di una canna di bambù.

Ma veniamo al funzionamento del Plantbook per il quale viene sfrutta l’energia generata dal contatto con la luce solare e con l’acqua. La ricarica della batteria di questo notebook a energia solare infatti avverrebbe attraverso  il fenomeno dell’elettrolisi, sfruttando l’energia solare accumulata attraverso uno speciale dispositivo posto sulla parte superiore del computer.

Riusciranno i due progettisti a mettere in pratica la loro idea ed il loro progetto? Ma soprattutto, il loro prodotto sarà anche efficiente? Perchè l’ecosostenibilità di questo notebook va benissimo, ma poi bisogna vedere anche quali sono le sue prestazioni ed il rapporto fra durata della batteria ed il tempo di ricarica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *