Rossi-Ducati: ultimo atto di un amore mai nato

Domenica a Valencia (Spagna) andrà in atto l’ultimo atto della storia che ha legato Valentino Rossi e la Ducati negli ultimi due anni della MotoGP. Poi ognuno riprenderà la propria strada, con il pluricampione del mondo che tornerà in sella alla sua amata Yamaha, lascia per la rossa nell’estate del 2012, mentre la casa di Borgo Panigale ripartirà con un altro binomio italiano affidando la guida della prima moto ad Andre Dovizioso.

Sia Valentino Rossi che la Ducati tireranno un sospiro di sollievo per la conclusione di una storia che inizialmente ha fatto sognare gli italiani ma che poi si è rivelata un completo disastro. Di chi siano le colpe per la mancanza di risultati è difficile dirlo, anche se dal mio punto di vista la Ducati non è stata all’altezza della situazione e delle rivali come hanno evidenziato anche i risultati di Nicky Hayden e delle altre moto non ufficiali.

Cosa ci si può aspettare dall’ultima gara? Niente di particolare, viste le scarse motivazioni di entrambi i protagonisti che sono proiettati ormai verso il 2013. Favorito d’obbligo Casey Stoner, che cercherà di vincere l’ultima gara della sua carriera. L’australiano infatti lascerà la Honda e la MotoGP ritirandosi a soli 26 anni. Cercheranno di chiudere in bellezza anche Daniel Pedrosa, che con la caduta nell’ultima gara ha salutato le sue chance mondiali, e Jorge Lorenzo, fresco campione del Mondo 2012 della MotoGP.

Ed il  prossimo anno? Si ripartirà da zero, ma con un protagonista in più, perchè Valentino Rossi con la Yamaha dovrebbe tornare finalmente nelle posizioni che contano trovandosi una moto “vera” fra le mani, mentre in Honda ci sarà Marquez proverà ad occupare il ruolo che fino ad ora è stato di Stoner.

Rossi a Misano
Rossi alla sua ultima gara in Ducati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *