Salva la tua Birra!!!

Salva la tua Birra!!! Riporto oggi una campagna di sensibilizzazione sull’altissima Pressione Fiscale che grava sulla Birra, l’unica bevanda da pasto che in Italia viene tassata con delle accise che il Governo vorrebbe continuare ad aumentare. La Pressione Fiscale sulla Birra che ci troviamo in Italia è già una delle più alte in Europa e con gli aumenti previsti sembra che punti al primo posto assoluto di questa tremenda classifica. In Italia oggi il Peso Fiscale sulla Birra è del 40,1%, mentre in Germania si fermo al 19,5% ed in Spagna al 21,3%.

Le tasse sulla Birra in Italia ed in Europa
Le tasse sulla Birra in Italia ed in Europa

A farne le spese sono non solo i bevitori italiani di Birra, ma anche chi lavora in questo settore, visto che questi aumenti porteranno ad una perdita di 2400 posti di lavoro nelle aziende birrarie italiane ed in tutta la filiera: in agricoltura, nella distribuzione, nei bar e ristoranti.

Le persone coinvolte sono moltissime, visto che in Italia ci sono 35 milioni di persone che bevono birra, a cui si aggiungono i 500 produttori italiani di Birra e circa 136.000 persone che lavorano nel settore della Birra o comunque grazie alla Birra. Infatti ogni posto di lavoro in una azienda birraria genera 28 posti di lavoro nella filiera.

AssoBirra, l’Associazione degli Industriali della Birra e del Malto, nata nel 1907 per riunire le aziende che producono e commercializzano Birra in Italia, ha deciso di lanciare una petizione per portare il Governo ed il Parlamento ad annullare l’ultimo aumento delle accise sulla Birra previsto nel mese di Gennaio 2015 e di ridurre la Pressione Fiscale sulla Birra.

Ma ecco un’pò di cifre. Questa è la terza volta in poco più di un anno vengono aumentate le tasse sugli alcoolici. Sulla Birra in particolare l’imposta è cresciuta già dal 2,33 a 2,66 euro ad ettolitro dal primo Ottobre 2013. Ad inizio Ottobre è passata a 2,70 per una crescita totale del 33%. Assobirra fa sapere che il carico fiscale è arrivata al 47%, quindi per una bottiglia di birra da 66 cl a un euro, 40 centesimi vanno in tasca allo Stato. Il 40% del prezzo della Birra sono Tasse, che a Gennaio 2015 saliranno al 42,8%.

Voi che ne pensate? Io ho deciso di sottoscrivere la petizione Salva la Tua Birra!

Infografica sull'aumento della Tasse sulla Birra al Supermercato ad al Pub
Infografica sull’aumento della Tasse sulla Birra al Supermercato ad al Pub

Chiudo con le parole di Alberto Frausin, Presidente di AssoBirra, che spiega la scelta dell’Associazione: “Le nostre aziende sanno che ci sono settori, come l’istruzione e la cultura, che hanno bisogno di investimenti, ma quello che chiediamo alle Istituzioni e alle forze politiche è di non continuare a trovare le risorse necessarie aumentando ancora le tasse. L’accisa è una tassa che paga il consumatore ogni volta che beve una birra, che lo faccia in pizzeria o al bar o a casa sua. Già oggi 1 sorso su 3 va al Fisco, in pratica su una birra da 66cl da 1 euro ben 37 centesimi sono di tasse; e con i nuovi aumenti si arriverebbe a un sorso su due! Senza contare che questi aumenti rischiano di mettere in ginocchio un settore in cui operano oltre 500 aziende che danno lavoro direttamente a 4.700 persone (+4,4% rispetto al 2011), che arrivano a 144.000 se si considera l’indotto“.

Salva la tua Birra!!!
Salva la tua Birra!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *