Seguite Babbo Natale fino al Polo Nord con il Google Santa Tracker

Come ogni anno Google ha deciso di scandire la marcia di avvicinamento al Natale attraverso il classico Google Santa tracker, uno strumento con il quale sarà possibile tenere sotto controllo le attività che svolge Babbo Natale in vista del 25 Dicembre, il giorno in cui porterà milioni di regali milioni ai bambini in tutto il mondo.

Nelle pagine del Google Santa tracker sarà possibile intrattenersi ogni giorno con giochi e attività interattive. Cliccando sul grande libro che raffigura il globo sarà possibile accedere ad una mappa del mondo interattiva in cui possono essere selezionati i vari paesi ed andare così alla scoperta delle tradizioni natalizie di tutto il mondo. Cliccando sull’Aeroporto invece si accede alla pagina dei giochi, mentre cliccando sulla scuola si accede ad una sezione istruttiva sulla salvaguardia dell’ambiente, dove è possibile intrattenersi con degli album digitali da colorare. Google svelerà ogni giorno una nuova esperienza di interattività, proprio come nel calendario dell’Avvento, per arrivare fino alla notte di Natale del 25 Dicembre. Arrivati a quel punto sarà possibile seguire “in tempo reale” il viaggio di Babbo Natale da una parte all’altra del mondo.

Google Santa Tracker
Google Santa Tracker

Ma sapete come e quando è nato il Santa Tracker? Era il lontano 1955 quando un clamoroso errore di stampa diede inizio a questa usanza! Un negozio della catena Sears di Colorado Springs per farsi pubblicità aveva invitato i bambini a chiamare un numero speciale per poter parlare con Babbo Natale e sapere dove si trovava. Ci fu un errore (?) di stampa, ed il numero di telefono nei volantini non corrispondeva all’utenza del negozio della catena Sears, bensì agli uffici del NORAD, il  North American Aerospace Defense Command. Per la precisione a quel numero di telefono rispondeva direttamente il Comandante in Capo. La notte del 24 Dicembre 1955 era in servizio il colonnello Harry Shoup che, in pieno spirito natalizio, decise di assecondare le richieste dei bambini e diede istruzioni al personale di continuare a rispondere alle chiamate, aggiornando i piccoli sognatori sulla posizione di Babbo Natale. Da allora il NORAD ha organizzato ogni anno il “NORAD Santa Tracker ” arrivando anche su internet nel 1997. Nel 2007 ci fu l’annuncio ufficiale della partnership con Google, partnership che venne interrotta bruscamente nel 2012. In quel’anno NORAD iniziò la collaborazione con Microsoft ed allo stesso tempo Google presentò il suo “Google Santa Tracker”.

Qui potete trovare la pagina del “NORAD Santa Tracker”

NORAD Santa Tracker
NORAD Santa Tracker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *