Siena-Milano: ecco la Finale

La Finale che tutti si aspettavano è servita. Siena sfiderà Milano nella corsa allo Scudetto del Basket 2012. Sono obbiettivamente le due squadre più forti del nostro campionato, quelle dalle quali ad inizio anno ci si aspettava perlomeno la Finale, perchè ogni altro risultato sarebbe stato un fallimento. Ed ora eccole qui, pronte a darsi battaglia sul parquet da sabato sera quando al PalaEstra scenderanno in campo per gara-1, il primo episodio di una Finale al meglio delle 7 partite.

I temi di questa sfida sono molti e tutti molto interessanti. Prima di tutto sarà interessante vedere se il gap tecnico che c’era fra le tue squadre fino all’anno scorso è stato colmato oppure no. Siena mi sembra ancora in vantaggio, ma Milano si è avvicinata. A livello fisico invece sembra proprio che la squadra di Scariolo abbia raggiunto e superato i campioni in carica, come dimostrato ampiamente anche nelle 3 partite in cui si sono affrontate le due squadre durante l’anno.

In una finale come sempre la fanno da padrone i giocatori vincenti, quelli “con le palle”, quelli che hanno il coraggio di prendersi i tiri decisivi, quelli che quando conta riescono a prendere la decisione giusta. Da un lato Siena ha diversi giocatori di questo tipo, come Zisis, Kaukenas e Stonerook ad esempio, ma anche giocatori silenziosi e decisivi come Carraretto e Tomas Ress. Milano per questo motivo ha aggiunto un giocatore come Fotsis, uno che di vittorie se ne intende, uno abituato a giocare certe partite, ma anche Cook e Bremer hanno fatto vedere di saper reggere la pressione.

Poi c’è la sfida fra i due coach, un tema che soprattutto Scariolo ha deciso di cavalcare senza sosta da inizio anno, soprattutto mediaticamente, anche se non tirando in ballo scelte tecnicotattiche ma soprattutto politicamente. Sull’altra sponda Pianigiani ha rispedito al mittente ogni tentativo di bagarre del coach milanese, forse preferendo cercare di trovare la giusta concentrazione sulla sua squadra.

Così, come prima impressione, questa sembra una Finale più aperta di quelle delle passate edizioni. Quest’anno ci sono le possibilità che l’egemonia di Siena possa essere interrotta, mentre negli anni scorsi queste speranze erano sempre ridotte a zero. C’è chi dice che Milano è addirittura favorita, soprattutto se riuscirà a fare il colpaccio in una delle prime due partite. Io invece punto ancora sui toscani, che a mio avviso conservano ancora un’pò di vantaggio sugli inseguitori.

Voglia di vincere e cattiveria agonistica saranno determinanti. Da una parte Milano ne dovrà mettere in campo tanta per battere il colosso senese. Dall’altra la MPS sarà molto carica, per dimostrare che sono ancora loro i più forti e forse anche per vendicarsi sul campo di chi (Scariolo) ha messo in dubbio le capacità della macchina senese.

Siena-Milano è anche Pianigiani-Scariolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *