Strepitoso #Vettel!!! La #Ferrari trionfa in Ungheria

Sebastian Vettel e la sua Ferrari hanno dominato e vinto il GP di Ungheria di Formula Uno. Al 10° GP stagionale il tedesco ha portato sul gradino più alto del podio la monoposto di Maranello al termine di una gara ricca di colpi di scena nel corso della quale la Ferrari ha dimostrato tutto la sua competitività. Peccato per il ritiro di Raikkonen che a 15 giri dal termine ha dovuto abbandonare la gara a causa di un problema tecnico, altrimenti sarebbe stata una doppietta Ferrari!

Vettel trionfo in Ungheria
Vettel trionfo in Ungheria

Vettel ha costruito la sua impresa in partenza, quando dalla terza piazza in griglia è riuscito a scavalcare le due Mercedes andandosi a prendere la prima posizione che poi non ha più lasciato. Grandissima anche la partenza di Raikkonen, che dalla quinto posizione si è ritrovato alle spalle del compagno di squadra dopo la seconda curva. Alle loro spalle Rosberg ed Hamilton. L’inglese ha commesso subito un errore in frenata, mentre Nico ha fatto subito fatica a tenere il passo delle due rosse di Maranello. Vettel ha imposto un ritmo forsennato alla corsa, con Kimi che ha provato a stargli dietro senza però riuscire ad impensierirlo, mentre nelle retrovie Hamilton riusciva a risalire in classifica fino al 4° posto, staccato però di circa 30″ dal tedesco della Ferrari.

Ma per Maranello d’improvviso cambiava tutto, con Raikkonen che perdeva potenza a causa di un gusta alla sua Power Unit. Poco dopo Nico Hulkenberg sul rettilineo dei box rompeva l’ala anteriore, ed a quel punto era necessaria la safety car che riazzerava tutto il vantaggio accumulato dalle rosse fino a quel momento, con Vettel, Raikkonen, Rosberg ed Hamilton che si ritrovavano in fila indiana. Alla ripartenza Raikkonen senza power unit non poteva niente contro le due frecce d’argento e veniva passato anche da Ricciardo. Vettel provava a scappare, ma Rosberg era incollato alle sue spalle, mentre in terza posizione risaliva Ricciardo che nel frattempo aveva fatto a sportellate con Hamilton (rottura dell’alettone per lui). Ma i colpi di scena non erano ancora finiti, perchè Ricciardo entrava in bagarre anche con Rosberg, altro contatto ed altra rottura: foratura per Rosberg e alettone per il pilota Red Bull. A quel punto Vettel scappava via, con Kyvat che si prendeva la seconda posizione e Ricciardo la terza, quarto il 17enne Verstappen. Le Mercedes invece dovevano accontentarsi del 6° posto di Hamilton e dell’8° posto di Rosberg.

Al giro di boa della stagione la Ferrari ha già messo in saccoccia due vittorie, con Raikkonen ce nonostante i problemi tecnici ha già fatto più punti della scorsa stagione (76 contro 55), mentre Vettel in metà stagione ha praticamente pareggiato i punti di Alonso dello scorso anno (160 del tedesco contro 161 dello spagnolo). La crescita di Maranello è evidente ed ora la speranza è che le prossime novità tecniche possano avvicinare ulteriormente la Ferrari alle Mercedes. Al rientro dalle vacanze (23 Agosto) ci sarà il GP del Belgio a SPA, mentre due settimane più tardi (6 Settembre) sarà la volta di Monza, dove la Ferrari cercherà di dare il tutto per tutto per riaprire un Mondiale che vede Vettel a 42 punti dalla vetta. Le Mercedes hanno un gran vantaggio, ma la Ferrari nonostante le spaghettate potrebbe provare a mettere in piedi una rimonta che sembrava impossibile.

Al traguardo Vettel ha chiuso con il solito #ForzaFerrari e poi ha voluto dedicare la sua seconda vittoria in rosso a Jules Bianchi che dopo mesi di coma è deceduto il 17 Luglio scorso.

Classifica mondiale piloti al giro di boia:
1. Lewis Hamilton (Britain) Mercedes 202
2. Nico Rosberg (Germany) Mercedes 181
3. Sebastian Vettel (Germany) Ferrari 160
4. Valtteri Bottas (Finland) Williams 77
5. Kimi Raikkonen (Finland) Ferrari 76
6. Felipe Massa (Brazil) Williams 74
7. Daniel Ricciardo (Australia) Red Bull 51
8. Daniil Kvyat (Russia) Red Bull 45

Vettel su Ferrari trionfa in Ungheria
Vettel su Ferrari trionfa in Ungheria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *