#Twitter ha deciso di chiudere gli uffici italiani

La filiale italiana di Twitter sta per chiudere i battenti. La crisi economica che sta attraversando il famoso social media aveva portato i vertici dell’azienda ad avviare un grande progetto di ristrutturazione interna con l’obiettivo di tagliare i costi. La notizia circolava in rete già da qualche tempo, ed ora è ufficiale. I 16 dipendenti italiani di Twitter, guidati dal country manager Salvatore Ippolito, hanno le valige pronte e sono in attesa di sapere come andrà a finire la trattativa sindacale con l’azienda. L’ufficio italiano era dedicato alle attività di marketing.

E pensare che solo qualche giorno fa, in occasione delle elezioni negli Stati Uniti, il social media aveva registrato oltre 75 milioni di “cinguettii” relativi a #Election2016, con un picco di 27 mila tweet al minuto registrato nella mattinata americana delle elezioni. Ma il processo di ridimensionamento deve comunque andare avanti, ed a livello globale ci sarà un taglio del 9% della forza lavoro oltre alla dismissione di Vine, la piattaforma di condivisione di video brevi. In totale saranno circa 300 i dipendenti di Twitter che perderanno il proprio lavoro, permettendo all’azienda di risparmiare fondi importanti che serviranno per proseguire la riorganizzazione interna.

Twitter
Quale futuro per Twitter?

Il mercato azionario sta reagendo in maniera negativa a queste notizie, ed infatti la società continua a perdere capitalizzazione. In poco meno di un anno le azioni di Twitter sono passate da 26 a 18 dollari.

Twitter in caduta libera
Twitter in caduta libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *