Una fantastica Siena vola a Barcellona

Strapazzato l'Olympiacos
Siena vola alle Final Four

La Mens Sana Siena vince anche gara-4 dei quarti di finale di Eurolega contro l’Olympiacos e si qualifica per le Final Four di Eurolega che si giocheranno a Barcellona dal 6 all’8 Maggio.

L’aria dell’impresa iniziava a respirarsi già dopo gara-2, quando Hairston e compagni vendicarono l’89-41 subito appena 48 ore prima con una perstazione super che permise alla squadra toscana di espugnare il Pireo e di ribaltare il fattore campo nella serie.

In gara-3, quella decisiva, un immenso Jaric ha guidato la Mens Sana ad un’altra superba vittoria. Nel corso della partita si sono iniziati a vedere i primi scricchiolii dei greci, con i giocatori in campo che sono apparsi sempre pià nervosi e con Ivkovic (non chiamatelo più santone per favore) che ha dimostrato di soffrire sia la carta d’identità che lo staff senese che se l’è impacchettato a dovere.

Avevo detto che gara-3 era decisiva, ma c’era da giocare ancora gara-4. Quando ho capito che Siena aveva in mano il pass per le Final Four? Nella prima azione di gara-4, quando la Mens Sana con una calma chirurgica non ha forzato un possesso non certo “pulito” aspettando il 24° secondo dell’azione per trovare una tripla dall’angolo segnata da capitan Stonerook. Quando una squadra riesce a fare una cosa del genere vuol dire che ha una forza mentale fuori dal comune, cosa che Spaniulis e compagni nemmeno riescono a sognare. Questa capacità Siena l’ha sempre avuta nel corso di questa serie, se escludiamo gara-1 che è durata si e no 5′, ed insieme alla grande capacità difensiva è stata l’arma in più che ha permesso alla squadra di Pianigiani di compiere questo miracolo sportivo.

Il destino ha voluto che nella semifinale la Mens Sana dovesse affrontare il Panatinaikos dell’ex mensanino Romain Sato. Sarà una sfida particolare con l’ex n°10 senese che probabilmente sarà uno stimolo in più verso il traguardo finale. Senza dubbio sarà la partita che metterà di fronte i due migliori coach d’Europa, anche se in entrambi i casi non parlerei solo di coach ma di Staff. Pianigiani ed Obradovic sono l’elite a livello continentale, ma non è da sottovalutare nemmeno David Blatt, coach del Maccabi Tel Aviv. Questi coach con le loro squadre hanno tutti ribaltato il fattore campo approdando alle Final Four in attesa di sapere il nome della quarta squadra che verrà fuori dalla gara-5 tra Real e Valencia.

Ultima nota: ad inizio stagione e non solo ho sentito più volte critiche nei confronti di Hairston e di Moss che non erano considerati all’altezza, di Jaric che era un giocatore bollito, di una squadra che dopo il -48 di gara-1 “era bona” solo per il campionato italiano. Beh, io non sono un tifoso senese, ma credo che ci siano molte persone che dovranno mettere la testa sotto terra e stare parecchio zitte. Chi ama il basket non può che innamorarsi di questa squadra e di quello che fa sul parquet ogni volta. Chapeau!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *