Vivere il Natale con gli occhi di un bambino

Vivere il Natale con gli occhi di un bambino è una cosa favolosa. Dal mio punto di vista farlo è molto semplice, mi basta guarda gli occhi di mia figlia ed ascoltarla quando parla di questo evento che per i bambini è sempre una cosa molto speciale.

Qualche giorno fa mia figlia è salita in casa dei nonni ed ha visto che anche loro avevano addobbato l’albero di Natale. La prima cosa che ha notato era come i rami più bassi dell’albero fossero vicinissimi a terra. Ed ecco che allora ha posto subito la questione ai nonni: “Ma sotto questo albero non c’è posto, dove li mette i regali Babbo Natale?” E poi ancora “Nonna, ma voi volete dei regali grandi o piccoli? Perchè quelli grandi qua sotto non ci stanno!“. A queste frasi aggiungo la gestualità e gli occhi di mia figlia mentre pone quelle domande che per lei sono fondamentali ed il quadretto è completo, perfetto. Due semplici frasi ed ecco come 30” riescono a rendere una giornata fantastica!

Questa mattina invece mi parlava di Babbo Natale, che sarebbe passato dalla scuola materna, lasciando fuori le renne e la slitta, perchè ovviamente dentro alla scuola non possono entrare. E poi via a ruota libera sul Natale, con tutte quello che una mente libera e spensierata può produrre secondo il suo punto di vista.

Vedere e vivere ogni giorno queste cose, soprattutto nel periodo di Natale, riesce a dare un senso ad ogni cosa.

L'Albero di Natale addobbato da mia figlia
L’Albero di Natale addobbato da mia figlia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *