WhatsApp diventerà a pagamento

WhatsApp diventerà a pagamento. La notizia girava già da tempo e mancava solo la conferma ufficiale che puntualmente è arrivata. Ed ovviamente sulla rete è scoppiata una sorta di rivolta contro quello che ad oggi è il servizio di messaggistica istantanea per dispositivi mobili multipiattaforma più utilizzato al Mondo.

Per poter utilizzare WhatsApp  andrà pagato un canone annuale di 79 centesimi. Insomma, un  costo veramente irrisorio per un servizio che ha letteralmente mandato in pensione gli SMS che dall’avvento di WhatsApp hanno subito un trend negativo letteralmente imbarazzante.

Bisogna fare una distinzione tra i dispositivi mobili e quindi tra i Sistemi Operativi sui quali può essere installato ed utilizzato WhatsApp. La distinzione viene fatta tra la Apple ed il resto del Mondo mobile.

Infatti sui terminali targati Apple WhatsApp può essere scaricato sull’Apple Store al prezzo di 89 centesimi di Euro. Una volta scaricata l’applicazione non sarà necessario pagare nessun canone annuale per il suo utilizzo, visto che al momento dell’installazione viene specificato che WhatsApp ha una validità illimitata sul terminale.

Per quanto riguarda tutti gli altri dispositivi, con Android in primis (seguito dagli Windows Phone e così via), l’applicazione può essere scaricata gratuitamente dai relativi store. Prima del download viene però specificato che WhatsApp ha una validità di 12 mesi come periodo di prova, una volta scaduto il quale sarà necessario pagare un canone annuale per poter continuare ad utilizzarlo.

Il polverone è saltato fuori ora perchè WhatsApp ha conosciuto un vero e proprio boom circa un anno fa, motivo per cui ai primi che hanno effettuato il download 12 mesi fa stanno iniziando ad arrivare dei messaggi che invitano a pagare il canone annuale di 79 centesimi per poter continuare ad utilizzarlo.

Sinceramente non capisco il polverone che è venuto fuori sul web con la maggior parte degli utenti WhatsApp che non erano informati sulle condizioni di questo servizio. Oltretutto 79 centesimi sono veramente una cifra irrisoria che almeno il sottoscritto non avrà problemi a pagare. Basta pensare che il costo medio di un SMS è superiore ai 10 centesimi per un servizio che non è nemmeno paragonabile a quello offerto da WhatsApp grazie al quale possiamo inviare un numero di messaggi illimitati e della lunghezza che vogliamo condividendo anche foto e video.

Voi utilizzate WhatsApp? E pagherete eventualmente il canone di utilizzo?

WhatsApp Messenger
WhatsApp Messenger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *