#Basket: i Golden State Warriors sono i campioni #NBA 2017

Come da pronostico, le NBA Finals 2017 hanno visto trionfare i Golden State Warriors che grazie alla vittoria di lunedì notte (129-120 alla Oracle Arena) hanno chiuso la serie finale sul 4-1 portando a casa il 2° titolo NBA degli ultimi 3 anni. Kevin Durant, arrivato la scorsa estate per rendere quasi invincibile questa squadra, ha giocato una serie finale pazzesca ed ha vinto il titolo di MVP di queste Finals.

I Golden State Warriors sono i campioni NBA 2017
I Golden State Warriors sono i campioni NBA 2017

A livello di roster la differenza tra Warriors e Cavs era evidente e prima di questa serie i favori del pronostico erano tutti per Durant e compagni. I ragazzi di Steve Kerr sono stati bravissimi a rispettare il pronostico, nonostante si siano trovati di fronte un LeBron James mostruoso che ha chiuso la 5 partite delle Finals con una tripla doppia di media. Nell’arco delle 5 partite Golden State ha giocato meglio dei Cavaliers sia in attacco che in difesa, dimostrando di essere una Squadra con la S maiuscola, meritando senza alcun dubbio la conquista del Larry O’Brien Trophy. Il giocatore decisivo è stato Durant, che ha dato vita ad un duello epico con LeBron James, ma la chiave per coach Steve Kerr è stata la capacità di pescare bene anche dalla panchina, dalla quale hanno dato il loro importantissimo contributo Andre Iguodala, Shaun Livingston, Patrick McCaw, David West e JaVale McGee. Sì, non sto scherzando, JaVale McGee ha vinto un titolo NBA! Dall’altra parte Lue non è riuscito a mettere a posto i meccanismi difensivi della propria squadra (che anche in gara-5 si è fatta sorprendere in modo clamoroso in alcune situazioni) e non è riuscito a trovare delle valide alternative a James, Irving e Love. Tristan Thompson e JR Smith hanno giocato della Finals di basso livello e dalla panchina nessuno è riuscito a dare un contributo importante.

LeBron James contro Kevin Durant: un grandissimo duello
LeBron James contro Kevin Durant: un grandissimo duello

Onore ai vincitori, che hanno meritato il titolo. Ed ora speriamo che la crescita delle altre squadre ci porti il prossimo a dei playoff più entusiasmanti e meno scontati di questi, dove le due finaliste sono arrivate all’ultimo atto in carrozza, con i Warriors che hanno chiuso i playoff con un clamoroso record di 16 vittorie ed 1 sola sconfitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *