C’è la crisi, ma si fanno le file per l’iPhone5

In Italia c’è la crisi. Molte famiglie non ce la fanno più ad andare avanti. La pressione fiscale non lascia respiro. Il tasso disoccupazione è sempre in aumento, soprattutto fra i giovani. Però gli italiani non rinunciano a tante cose di cui potrebbero fare a meno. Ormai ci siamo adeguati ad un tenore di vita dove anche le cose inutili sembrano diventate indispensabili. Ed in migliaia si sono trovati a fare interminabili code per poter acquistare l’iPhone5, il nuovo smartphone di casa Apple.

Ovviamente non voglio generalizzare facendo di tutta l’erba un fascio, però ogni tanto bisognerebbe farci un bell’esamino di coscienza quando pensiamo e diciamo che non siamo in grado di andare avanti con tutto quello che abbiamo da pagare. Basterebbe iniziare ad eliminare le cose inutili e superflue per alleggerire notevolmente le nostre spese mensili e riuscire ad andare avanti un’pò meglio. Magari eliminando le cene settimanali, le colazioni al bar, il nuovo cellulare da comprare ogni anno e chi più ne ha più ne metta.

Ho scritto questo post spinto dall’uscita del nuovo iPhone5. Ho letto che a Bologna due ragazzi padovani hanno trascorso 48 ore in strada pur di mettere le mani per primi sul nuovo gioiello di casa Apple. Ora io non conosco ovviamente le possibilità economiche di questi due ragazzi di 20 anni, ma davvero avranno la necessità di spendere 700 Euro per uno telefonino?

iPhone5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *