EA7 Milano: altro anno da buttare?

Sergio Scariolo

Sarà un’altra stagione da buttare quella dell’EA7 Milano? Dopo un inizio incoraggiante, seguito ad un mercato molto interessante che ha portato all’Olimpia diversi campioni, si pensava che fosse l’anno buono per mettere in bacheca almeno un trofeo. La garanzia estiva si chiamava Sergio Scariolo, ovvero una guida tecnica cercata con insistenza anche negli anni scorsi che sapesse dare le giuste indicazioni anche ad una Società che fino ad oggi ha navigato a vista.

Purtroppo per loro però, a mio avviso, è stato commesso un grosso errore, ovvero firmare Danilo Gallinari che sarebbe stato a Milano solo per un paio di mesi. Prima di tutto un giocatore come lui non può essere considerato uno qualunque, e probabilmente è stato troppo ingombrante per i suoi compagni di squadra. Così è stato rallentato il processo di crescita della squadra che, al momento della partenza di Danilo per Denver, ha subito un brutto contraccolpo, perchè di punto in bianco sono emersi evidenti limiti che il fuoriclasse dei Nuggets aveva aiutato a coprire. Gallinari infatti giostrava sia da ala piccola che da ala grande ed in campo era il playmaker aggiunto della squadra, oltre che il giocatore a cui affidare l’eventuale ultimo tiro.

Il secondo errore è stato fatto in sede di mercato, quando è stato scelto Cook come playmaker. Un buon giocatore, ma non un campione. Cook non potrà essere il playmaker che guida una squadra al successo, ed infatti da un paio di mesi girano voci insistenti che porterebbero ad un avvicendamento in cabina di regia. La scelta potrebbe ricadere su JR Bremer che non credo possa essere considerato quel salto di qualità di cui ci sarebbe bisogno.

Negli altri reparti Milano è coperta, ha fatto mercato pensando a presente e futuro, investendo a stagione in corso anche su Alessandro Gentile, ad oggi il miglior talento italiano che gioca in serie A. Secondo me però manca ancora un centro che possa cambiare Bourousis. Già dai primi mesi si è visto che Scariolo non si fida di Rocca, che utilizza solo in circostanze particolari, preferendo spesso giocare con Fotsis o Radosevic da centro.

Ormai siamo a fine Gennaio ed attualmente Milano dà l’impressione di essere un passo indietro non solo rispetto a Siena, perchè squadre come Cantù e Bologna stanno facendo sicuramente meglio dei meneghini, ed anche Varese e Pesaro sembrano in grado di poter reggere il confronto.

Il tempo sta per scadere e Milano sta rischiando veramente di buttare via un altro anno. Riuscirà ad evitarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *