Fiorentina da retrocessione

Fiorentina-Chievo 1-2

Giù, sempre più giù, verso la serie B. Ogni domenica sembra che la Fiorentina abbia toccato il fondo, che abbia combinato l’ennesimo disastro oltre il quale non è possibile andare. Ed invece i viola ogni settimana riescono a sorprendere tutti, con prestazioni sempre peggiori che stanno portando la Fiorentina dritta dritta in serie B.

Quando perdi in casa con i Chievo e con il Lecce (terzultimo, all’inseguimento dei viola) capisci che le speranze di veder risalire a questa squadra sono pressochè inesistenti.

Per un anno interno è sembrato che le colpe fossero tutte di Sinisa Mihailovic, ora invece la scure sta cadendo sulla testa di Delio Rossi incapace di tirar fuori qualcosa di buono da questa rosa di giocatori. Probabilmente, come era chiaro, il problema sono proprio questi stipendiati di lusso che ogni settimana trotterellano per il campo senza onorare l’oneroso impegno sottoscritto con la Società. Ieri due gol subiti su gravissimi errori dei difensori, errori che purtroppo si ripetono settimanalmente in una squadra senza gioco e senza identità, incapace di creare occasioni da gol, incapace di correre e pressare, incapace di imporre il proprio gioco contro chiunque.

Se poi in una situazione tragica come quella viola ci si mettono anche gli arbitri ad affossare una squadra con l’acqua alla gola è finita. Ieri due rigori non concessi, il primo dei quali su Amauri abbastanza evidente. Nello scontro salvezza contro il Parma di qualche tempo fà invece un rigore regalato agli emiliani che hanno potuto così pareggiare una partita che la Fiorentina aveva già in tasca. In entrambi i casi l’arbitro era Rizzoli.

Sarebbe anche arrivata l’ora che la Società, ormai da tempo inesistente e senza attributi, facesse sentire un minimo la propria voce. Giocatori senza stipendio fino a fine stagione, ritiro ad oltranza facendo capire ad i vari Jovetic, Behrami, Gamberini e compagnia che in caso di retrocessione toccherà a loro guidare la Fiorentina in serie B.

Lo spettacolo indegno visto fino ad oggi merita solo un aggettivo: vergognoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *