#Fiorentina: Paulo Sousa sembra scontento: “Dopo l’anno scorso, non mi aspetto nulla dal mercato”

Ieri Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, è tornato a parlare ai microfoni dei giornalisti nel ritiro di Moena, a quasi 2 mesi di distanza dall’ultima intervista rilasciata alla fine dello scorso campionato. Il tecnico gigliato è sembrato deluso per l’inizio di una stagione che ha portato poche novità in casa Fiorentina.

Nello scorso mese di gennaio, in occasione della finestra invernale di calciomercato, il tecnico lusitano aveva sollevato alcune polemiche sull’operato della società gigliata. Questa volta Sousa ha deciso di non fare più polemiche, ma la delusione è apparsa evidente sul suo volto ed anche le sue parole sono apparse chiare: Lavoro con quello che ho per cercare di costruire una squadra competitiva“. In conferenza stampa l’allenatore della Fiorentina era una maschera di ghiaccio e parlando del proprio stato d’animo ha detto ai giornalisti che “avete avuto modo di conoscermi e quindi siete in grado di capire il mio umore”, aggiungendo però queste parole “sono un privilegiato perché lavoro nel calcio. Non posso chiedere di più“. Ma Sousa ha speso parole di fiducia nei confronti di Pantaleo Corvino: “Cerchiamo di lavorare insieme nel migliore dei modi, con Corvino c’è fiducia. Io penso al campo, poi lui e la società penseranno al mercato”.

Fiorentina: Paulo Sousa sembra scontento: "Dopo l'anno scorso, non mi aspetto nulla dal mercato"
Fiorentina: Paulo Sousa sembra scontento: “Dopo l’anno scorso, non mi aspetto nulla dal mercato”

Ma quali sono i motivi per cui Paulo Sousa non è contento?

Il tecnico portoghese sul fronte acquisti si aspettava qualcosa in più. Per il momento sono arrivati il giovane portiere polacco Dragowski (classe 1997), il terzino destro olandese Kevin Diks (classe 1996) ed il giovanissimo centrocampista Ianis Hagi, figlio figlio dell’ex calciatore Gheorghe Hagi, che di anni ne compirà 18 nel prossimo mese di ottobre. 3 giocatori giovanissimi che difficilmente permetteranno alla Fiorentina di fare un salto di qualità a breve termine.

La Fiorentina per il momento ha mantenuto tutta l’ossatura della squadra della scorsa stagione ad eccezione di Manuel Pasqual che da svincolato è passato all’Empoli e di Facundo Roncaglia, anche lui svincolato. Gli 11 titolari per il momento sono gli stessi che hanno raggiunto il 5° posto nella prima annata viola di Paulo Sousa, ma c’è bisogno di rinforzare la squadra che lo scorso anno ha avuto un calo vertiginoso nella seconda parte del campionato.

Oltre ai mancati acquisti credo che a Paulo Sousa non sia piaciuto il ritorno di Pepito Rossi, che lo scorso anno aveva lasciato la Fiorentina nel mese di Gennaio perchè non trovava spazio in viola. Il rapporto tra i due non è mai decollato, ma a quanto pare il tecnico lusitano dovrà fare buon viso a cattivo gioco, perchè Rossi non lascerà la Fiorentina a meno che non arrivi sulla scrivania di Corvino un’offerta congrua con il suo valore.

Bisogna dire che la Fiorentina in questo momento si trova in una fase di stallo perchè oltre a Rossi si è ritrovata in casa anche Mario Gomez ed il suo contratto pesantissimo. Corvino prima di aggiungere altri stipendi al monte ingaggi viola ha bisogno di liberarsi di almeno un paio di attaccanti da scegliere tra Rossi, Gomez e Babacar.

Corvino aveva provato a muoversi per alcuni giovani italiani, ma come sempre in Italia si tende a provare a prendere per i collo chi vuole fare acquisti. Per questo motivo il DS viola è tornato sul mercato estero e sta vagliando diverse soluzioni. La priorità è rinforzare la difesa viola aggiungendo un paio di centrali difensivi che possano far rifiatare Gonzalo ed Astori. Servirà poi almeno un altro centrocampista e si dovrà fare qualche movimento anche nel reparto degli esterni d’attacco, anche perchè per il momento la trattativa con il Barcellona per riportare in viola Tello è sempre in alto mare. Il problema è che la Fiorentina per comprare deve prima iniziare a vendere, ma non sarà facile……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *