La nuova Fiorentina parte bene

E’ partita nel migliore dei modi la stagione 2013/2014 della Fiorentina. Due vittorie per 2-1 (contro il Grasshoppher in EL e contro il Catania in campionato) che hanno dato subito una grande spinta alla squadra di Montella in vista di un’annata lunga, faticosa e ricca di aspettative. E c’è un giocatore simbolo in questa nuova Fiorentina: Cuadrado.

La Fiorentina in estate ha continuato il processo di cambiamento iniziato l’anno scorso, quando il nuovo progetto tecnico venne affidato a Pradè e Macia nelle stanze dei bottoni, ed a Montella sul campo.

Sono andati via gli ultimi pezzi della vecchia guardia (Jovetic e Ljajic, che oggi firma con la Roma) e sono saliti alla ribalta i nuovi, quelli su cui la Fiorentina e Firenze puntano per il presente e per il futuro. Sulla cresta dell’onda c’è senza dubbio Cuadrado, un giocatore formidabile che in queste prime due uscite ufficiali è stato l’arma in più dei viola.

Lunedì contro il Catania è tornato al gol Giuseppe Rossi dopo quasi due anni, mettendo i due brutti infortuni alle spalle. Sembra ancora un’pò indietro di condizione Mario Gomez, anche se si vede che in campo il tedesco non si risparmia nemmeno per un secondo. E riuscire a vincere senza i gol di Gomez (per ora) è sintomo di forza per la squadra.

Oggi è arrivato a Firenze un altro giovane. Si tratta di Ante Rebic, attaccante croato di 20 anni che ha già esordito (segnando) nella nazionale maggiore. Sarà lui il vice-Gomez quest’anno.

Forza Viola!!!

Cuadrado, uno dei simboli della nuova Fiorentina
Cuadrado, uno dei simboli della nuova Fiorentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *