#NBA: Ecco le Finali di Conference!!!

Con il successo in gara-7 degli Houston Rockets nei confronti dei Los Angeles Clippers si scompleta il quadro delle Finali di Conference della NBA che prenderanno il via questa notte, Martedì 19 Maggio. Come detto l’ultima squadra ad aver staccato il pass per il penultimo atto della stagione NBA sono stati gli Houston Rockets di James Harden che hanno ribaltato il 3-1 nella serie come fecero nel 1995 (contro Phoenix) i Rockets del grande Hakeem Olajuwon.

Finale di Conference Western Conference: Golden State Warriors vs Houston Rockets

I Golden State Warriors dell’MVP Stephen Curry si sono qualificati chiudendo la serie contro i Memphis Grizzlies sul 4-2. Anche in questo caso abbiamo assistito alla rimonta di quella che in regular season si è dimostrata la miglior squadra della NBA. Golden State, dopo aver dominato gara-1 aveva perso gara-2 ed il fattore campo e con la sconfitta di gara-3 a Memphis era andata sotto per 2-1. Curry sembrava un pesce fuor d’acqua e quasi tutti avevano già dato per finita la sua stupenda favola. Ma l’MVP della stagione regolare in gara-4 ha ripreso per mano i compagni e gli ha condotti alle 3 vittorie in fila che sono valse alla squadra di coach Kerr la meritatissima Finale di Conference.

Steph Curry
Steph Curry

Houston invece ha goduto del suicidio sportivo dei Clippers, che avanti 3-1 nella serie sembrava in assoluto controllo. In gara-5 i Rockets vincono 124-103 e si riportano sul 3-2, ma la serie era comunque segnata prima di gara-6 allo Staples Center. Soprattutto perchè i Clippers stavano dominando quella partita nel corso della quale hanno raggiunto addirittura il +19 nel corso della ripresa, con gli spettatori che sugli spalti facevano festa. Ma a fine terzo periodo un parziale di 9-0 riporta i Rockets in partita, ed all’inizio dell’ultimo periodo i Clippers hanno un vantaggio di 13 punti. L’ultima folle frazione dei Rockets (in positivo) e dei Clippers (in negativo) ribalta la partita che si chiude sul 119-107 per la squadra di McHale che porta la serie alla bella. E ieri notte in gara-7 i Clippers hanno confermato ancora una volta di essere la seconda squadra di Los Angeles, di essere dei perdenti nati. Senza lottare la squadra di Doc Rivers è caduta sotto i colpi di Harden, Ariza, Smith e Prigioni che hanno riportato i Rockets in Finale di Conference.

James Harden
James Harden

Finale di Conference Eastern Conference: Atlanta Hawks vs Cleveland Cavaliers

Atlanta e Cleveland hanno avuto la meglio rispettivamente su Washington e Chicago chiudendo la serie per 4-2 dopo aver perso gara-1 in casa. La squadra di Budenholzer ha faticato più del previsto contro i Wizards che nel corso della serie hanno dovuto fare a meno per due partite anche di John Wall. Ma la profondità del roster ed il gioco di squadra degli Hawks hanno avuto la meglio contro i ragazzi di “capitol city”. Anche Cleveland era partita con il piede sbagliato, complici anche le assenze di Love (out for the season) e JR Smith (2 partite di squalifica) cedendo subito in casa ai Chicago Bulls di un ispiratissimo Derrick Rose. Dopo aver pareggiato la serie in gara-2, i Cavs erano usciti sconfitti dallo United Center di Chicago in gara-3 con il buzzer beater di tabellone segnato da Rose. Ma guidati da Lebron James i Cavs si sono subito rialzati ed in gara-4 hanno riconquistato il fattore campo grazie al buzzer beater di King James che aveva portato la serie sul 2-2. In gara-5 è stato ancora una volta Lebron James a guidare la sua squadra alla vittoria, dando ai Cavs il primo vantaggio nella serie. I Bulls a quel punto sono usciti di scena, ed in gara-6 hanno mollato di colpo chiudendo la stagione con la sconfitta 73-94 che ha consegnato la Finale di Conference a Cleveland.

Lebron James
Lebron James

Ed i pronostici?

Ad Ovest sono tutti per i Golden State Warriors, che nella serie contro Memphis hanno fatto vedere di essere una squadra vera e non solamente un bluff come molti pensavano. Difficilmente i Rockets riusciranno ad impensierire Curry e compagni, anche se nella serie contro i Clippers hanno fatto vedere di essere una squadra che non molla mai.

Ad Est molto dipenderà dalle condizioni fisiche di Irving e dallo stato di forma di Lebron James. Senza dubbio Atlanta ha delle rotazioni più ampie ed un sistema di gioco più solido, ma nei playoff molto spesso sono gli episodi a fare la differenza. Potrebbe essere una serie molto lunga e sarebbe stupendo se potesse decidersi alla settima partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *