#NBA Finals: Lebron James e Kyrie Irving tengono in vita Cleveland sbancando la Oracle Arena

41 punti a testa per continuare a credere in un sogno. Lebron James e Kyrie Irving hanno giocato una partita maestosa alla Oracle Arena di Oakland accorciando le distanze e portando la serie sul 3-2. Giovedì notte si torna a Cleveland alla Quicken Loans Arena per un’altra partita da “dentro o fuori” in cui i Golden State Warriors proveranno mettere a segno un favoloso “back to back“, con i Cleveland Cavaliers che cercheranno di allungare la serie portando i campioni in carica a gara-7. Chi la spunterà?

Partiamo da gara-5, una partita esaltante e spettacolare, in cui i Warriors hanno dovuto fare a meno di Draymond Green che era stato sospeso dalla NBA dopo l’ennesimo atteggiamento oltre i limiti che aveva fatto registrare in gara-4 a Cleveland. Forse anche per questo alla Oracle Arena c’è stato un clima infernale per i Cavs, ma sembra che James ed Irving non lo abbiano avvertito……

I Warriors prendono subito in mano la partita sotto la spinta di Stephen Curry ed Andre Iguodala, ma Cleveland rimane a contatto trascinata dal solito Lebron James che trova in Kyrie Irving un fido alleato. Nemmeno le bordate di Klay Thompson nel secondo periodo (in cui il figlio di Michael segna 18 punti) riescono a scalfire i Cavs che rimangono in partita grazie al talento di Lebron e Kirye ed all’energia di Tristan Thompson. A metà partita, dopo 24 giocati a ritmi altissimi,  il risultato è fermo sul 61-61. Nella seconda metà di gara Cleveland prova l’allungo trascinata ancora dai suoi due alfieri che permettono ai Cavs di allungare nel punteggio. I padroni di casa non ci stanno, ma a causa dell’uscita dal campo di Bogut non riescono più a chiudere l’area lasciando spazio alle scorribande degli avversari. In attacco solo Klay Thompson (autore di 37 punti con 6 triple) sembra essere in grado di produrre qualcosa, mentre Curry spara spesso a salve (chiuderà con 25 punti ma 5/14 dal 3 punti, 7 rimbalzi e 4 assist). I Cavs scappano sul +11 ma due giocate fantozziane di Jefferson sembrano rimettere in carreggiata i padroni di casa. Ma Lebron James e Kyrie Irving la pensano diversamente e chiudono i conti portando i Cavs sul +16 con ancora 3′ da giocare. Il garbage time serve ad aggiustare il punteggio fino al 112-97 finale.

Lebron James ha fatto a fette la difesa dei Warriors
Lebron James ha fatto a fette la difesa dei Warriors

Lebron James è stato clamoroso ed ha chiuso la partita con 41 punti, 16 rimbalzi e 7 assistKyrie Irving ha aggiunto altri 41 punti tirando con un fantascientifico 17/24 dal campo per un 71% finale. Ancora una volta è stato anonimo Kevin Love che ha chiuso la partita con appena 2 punti a referto e soprattutto con una presenza imbarazzante all’interno della partita.

Lebron James e Kyrie Irving hanno scritto anche una pagina del libro dei record della NBA visto che fino ad oggi in una finale NBA non era mai successo che 2 compagni di squadra segnassero almeno 40 punti.

Lebron James e Kyrie Irving a fine partita
Lebron James e Kyrie Irving a fine partita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *