#NBAFinals 2016 – Warriors vs Cavaliers: si parte!

Ci siamo, le cinture sono allacciate e ci possiamo sedere comodamente di fronte alla televisione per goderci il momento più importante della stagione NBA: le Finals! Anche quest’anno sul parquet si troveranno di fronte l’MVP della stagione, Stephen Curry, ed il Re, LeBron James. Si replica quindi l’edizione 2015 delle NBAFinals, ma ci saranno anche altri protagonisti rispetto alla scorsa stagione. Cambierà l’esito finale oppure i Golden State Warriors si confermeranno come la squadra più forte della NBA?

Ad Est non ci sono state sorprese rispetto ai pronostici di inizio stagione, con i Cavs che hanno raggiunto le NBA Finals per il secondo anno consecutivo senza dover faticare troppo. E’ vero che nella finale di conference i Toronto Raptors hanno portato a casa 2 successi, ma Lebron James e compagni mi sono sembrati sempre in pieno controllo della situazione. A metà stagione i Cavs hanno cambiato allenatore (Tyron Lue per David Blatt) ed hanno fatto alcuni aggiustamenti al roster che permetteranno alla squadra dell’Ohio di accoppiarsi meglio ai Golden State Warriors con Channig Frye che è arrivato per sostituire Varejao (che è finito proprio ai Warriors). Quest’anno Lebron James potrà contare sul supporto di Irving e Love, assenti lo scorso anno, due giocatori che con il loro talento possono far la differenza soprattutto nella metà campo offensiva. Ed anche Frye potrà rivelarsi importante perchè con la sua pericolosità da oltre l’arco permetterà ai Cavs di aprire gli spazi (soprattutto quando gioca in coppia con Love). L’incognita per Cleveland potrebbe essere l’inesperto Tyron Lue in panchina, ma alla fine a fare la differenza saranno i giocatori in campo e non i coach in panchina.

Lebron James
Lebron James

Anche ad Ovest non sono mancate le sorprese (gli Spurs ed i Clippers out, Curry e compagni che hanno fatto molta fatica), ma alla fine i Golden State Warriors hanno rispettato il pronostico arrivando in finale dopo una bellissima serie contro i Thunder terminata dopo 7 partite. E’ difficile inquadrare i campioni in carica in questo momento. Contro Oklahoma hanno messo in mostra diverse debolezze, ma allo stesso tempo hanno fatto vedere di avere un grandissimo carattere e di saper venir fuori dalle difficoltà. A fare la differenza potrebbe essere il supporting cast di Curry e Thompson. Quanto anche gli altri giocatori hanno reso secondo i loro standard, Golden State ha portato a casa le partite. Quando invece i vari Green (molto nervoso contro Oklahoma), BarnesIguodala e Bogut sono rimasti nell’ombra i Warriors si sono sciolti come neve al sole.

36 punti per Stephen Curry
Stephen Curry

Il pronostico è veramente molto difficile, soprattutto dopo aver visto il cammino delle 2 squadre nei playoff (quello dei Warriors in particolare). Rispetto allo scorso anno credo ci sia meno distanza tra Warriors e Cavaliers, non solo per la presenza di Irving e Love in campo, ma anche perchè i campioni in carica hanno dimostrato di non essere imbattibili e di ritrovarsi troppo spesso a dover affrontare dei passaggi a vuoto pericolosi. La speranza è di vedere una serie di finale molto tirata e probabilmente ci vorranno almeno 6 partite per assegnare il Larry O’Brien Trophy. Il top sarebbe arrivare a gara-7……

Ora è arrivato il momento di divertirsi….. siete pronti??? Stanotte alla Oracle Arena inizia lo spettacolo…..

NBA Finals
NBA Finals

Vi lascio con un video promozionale della Nike con protagonisti i Cleveland Cavaliers e tutta la città di Cleveland che vuol spingere la sua squadra verso il primo titolo NBA della sua storia. Ce la faranno a centrare l’impresa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *