Quando il disturbo e psicosomatico. Cosa fare?

Tutta la nostra vita mentale e affettiva passa attraverso il corpo. Quando pensiamo o sentiamo delle emozioni è facile vedere che questo provoca un movimento osservabile dall’esterno, a volte minime cose come aggrottare un ciglio o storcere la bocca, altre volte cambiamenti macroscopici magari di postura. Questa sincronia tra vita interiore e corporeità ci è utile per comprendere un tema tanto presente nella societá contemporanea, le malattie psicosomatiche, e cioè quei disturbi che non trovano una spiegazione e una causa decisamente organica ma che hanno piú a che fare con qualche cosa che accade nella vita psico-affettiva della persona. Una spiegazione possibile è che qualcosa come un dolore, una sofferenza non essendo affrontabile consapevolmente, perchè è un’esperienza troppo intensa o potenzialmente distruttiva, viene proiettata sul corpo in modo da essere controllata attraverso questo. Purtroppo il piú delle volte il costo di questa trasposizione in termini di sofferenza è piú alto del dolore originario. Un altro aspetto del mondo dei disturbi psicosomatici è quello relazionale e cioè la possibilitá che il disturbo sia una manipolazione inconsapevole dell’ambiente per avere attenzioni, questa tipologia è vicina a quella condizione che definiamo ipocondria. Cosa fare allora? Il primo passo è quello di lavorare su di sè aumentando la propria consapevolezza corporea e emozionale. Il secondo di darsi il permesso di esprimere i propri vissuti senza.doverli reprimere e scaricare sul corpo. Questi due passaggi possono risultare complessi e la psicoterapia, in particolare ad orientamento corporeo puó essere di grande aiuto. Il corpo è depositario di significati e risorse che possono essere svelati aumentando la qualitá delle nostre vite. Articolo Scritto dal Dott. Luca Castellano, Psicologo e Psicoterapeuta a Napoli. Lo studio del Dott. Luca, Esperto di Psicoterapia e Psicologia, si trova a Napoli, in via Salvato Rosa, 281 – cap: 80136 – NA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *