#Sky passa alla fatturazione ogni 4 settimane, con un aumento dei costi dell’8,6%. E’ arrivato il momento di disdire?

Sky ha deciso di modificare le modalità di fatturazione, copiando quanto già fatto dagli operatori mobili, passando quindi alla fatturazione ogni 4 settimane. Questa mossa della Pay TV porterà ad un considerevole aumento di costi pari all’8,63%.

Fino ad oggi i titolari di un abbonamento a Sky pagavano il servizio su base mensile, ma a partire dal mese di ottobre 2017 ci sarà questo cambio di rotta che andrà ad incidere pesantemente sul costo complessivo del servizio. Dividendo i pagamenti ogni 4 settimane le fatture che verranno recapitate agli utenti nel corso di un anno solare diventeranno 13 (sarebbero 13,035 per la precisione), contro le 12 previste fino ad ora. Il calcolo matematico ci porta quindi ad un aumento dei costi, nel corso dell’anno, dell’8,63%. Queste modifiche valgono anche per i clienti Home Pack, ovvero quelli che hanno un abbonamento che include il pacchetto Sky+Fastweb e che ricevono un’unica fattura congiunta, visto che la parte della fattura relativa a Fastweb, è calcolata sulla base delle 4 settimane già da alcuni mesi.

Questa novità sta già mandando su tutte l furie moltissimi utenti Sky, che stanno già pensando di abbandonare i servizi dell’emittente satellitare. Dal canto suo, Sky ha giustificato la propria scelta evidenziando la propria volontà di continuare a garantire ai propri utenti un servizio completo ed all’avanguardia. Visto che si tratta di una decisione unilaterale, i clienti Sky che non decideranno di non accettare le nuove condizioni contrattuali potranno recedere dal proprio contratto entro il 30 settembre 2017 senza pagare nessuna penale. Per farlo sarà sufficiente inviare una raccomandata A/R a SKY, Casella Postale 13057 20141 Milano, specificando come causale del recesso “Modifica delle condizioni contrattuali”.

Sky passa alla fatturazione ogni 4 settimane
Sky passa alla fatturazione ogni 4 settimane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *