Un attaccante per la Fiorentina…. pensando ad un ritorno di Jovetic

L’altra settimana nel derby con il Livorno la Fiorentina ha perso Pepito Rossi, capocannoniere della serie A ed autentico trascinatore della squadra di Montella. Mario Gomez è fermo da Ottobre, ed il suo rientro che era previsto per l’inizio di Gennaio è slittato a Febbraio. A questo punto la Fiorentina deve per forza di cose intervenire sul mercato per regalare a Montella un’altro attaccante visto che gli unici disponibili in rosa attualmente sono i giovani Matos e Rebic.

I nomi accostati alla Fiorentina durante questa settimana sono stati tantissimi. Si è parlato dei possibili ritorni in viola di Jovetic o Mutu, dell’arrivo di Totò Di Natale, per arrivare ai soliti Quagliarella e Matri, ma son saltati fuori anche Osvaldo, Cassano ed ovviamente il “Papu” Gomez che Montella ha già allenato a Catania.

Jovetic: L’idea è suggestiva ed il giocatore si inserirebbe molto velocemente in una squadra che conosce a memoria. Ovviamente si parlerebbe di un prestito di 6 mesi, ma bisogna capire perchè non gioca al Manchester City. Ha problemi fisici oppure non ha convinto Pellegrini in questi mesi? Sarebbe bello rivederlo in viola.

Mutu: Non credo ci sarà un Toni-bis. E’ inattivo dallo scorso Giugno, ed alla Fiorentina serve un giocatore pronto subito per avere un supporto importante per questo finale di stagione. Impossibile.

Di Natale: Sarebbe un gran colpo perchè è un giocatore devastante, con numeri di alta classe, che in una squadra offensiva come quella viola verrebbe valorizzato al massimo. Oltretutto è a fine carriera, quindi l’Udinese potrebbe seriamente pensare di concedere all’attaccante napoletano una chance in viola.

Osvaldo: Il talento non si discute. In più è ancora giovane, è italiano ed ha sempre fatto capire che sarebbe tornato volentieri a Firenze. Sarebbe un acquisto non solo per il presente ma anche per i prossimi anni perchè Daniel andrebbe a formare un trio impressionante con Gomez e Rossi nella prossima stagione.

“Papu” Gomez: Non è un bomber di razza, non ha mai segnato tanto, ma se Montella ha questa grandissima stima per l’argentino un motivo ci sarà. Difficile però strapparlo al Metalist che in estate l’ha preso dal Catania per 7 milioni di Euro.

Gli altri: Non arriverà Quagliarella che da un paio di anni viene accostato ai viola, ma che la Fiorentina non ha mai avuto intenzione di prendere seriamente. Oltretutto i rapporti con la Juventus non sono proprio idilliaci. Poi c’è Cassano, già vicino ai viola ai tempi di Prandelli, ma anche questa è solo una fantasia dei giornali e magari anche una speranza di Ghirardi di levarselo di torno. E’ saltato fuori anche il nome di Matri, che nel gruppo degli “altri” probabilmente è il più interessante. I gol gli ha sempre fatti, al Milan non trova spazio, ma davvero la Fiorentina avrà la voglia di investire su di lui? Io credo di no.

Considerando l’abilità di Pradè e Macia di lavorare sotto traccia, in silenzio, all’ombra dei riflettori, probabilmente non arriverà nessuno dei giocatori che sono stati nominati e magari come l’anno scorso con Giuseppe “Pepito” Rossi ci troveremo ancora una volta con un colpo a sorpresa che infiammerà i tifosi viola. Magari dall’estero, diciamo dalla Spagna, dove c’è la scuola di calcio più vicina al modello-Fiorentina…..

Intanto per il momento Montella darà spazio e fiducia a Matos o Rebic, oppure giocherà con un falso numero 9 in attacco, ruolo che può essere ricoperto sia da Ilicic che da Joaquin

Jovetic
Jovetic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *