#Viaggi: da oggi #Airbnb consentirà di pagare meno anticipo in fase di prenotazione

Utilizzate Airbnb per prenotare i vostri soggiorni durante le vacanze? Se ancora non lo fate dovreste iniziare a prenderlo in considerazione, perché è un ottimo servizio che vi permetterà di risparmiare diversi soldi e di trovare in ogni città l’alloggio ideale per le vostre esigenze. Inoltre da oggi c’è un motivo in più per farlo, perché Airbnb ha introdotto una nuova funzionalità (denominata Pay Less Up Front) che permetterà agli utenti di gestire meglio i pagamenti delle proprie prenotazioni.

Partiamo dall’inizio. Fino ad oggi su Airbnb era necessario pagare l’intera somma del proprio soggiorno al momento della prenotazione. La nuova funzione introdotta dal portale, che prende il nome di Pay Less Up Front, permette agli utenti di pagare solo il 50% del totale al momento della prenotazione, e di saldare la seconda parte in prossimità del check-in. Ci sono due condizioni da soddisfare per poter sfruttare la nuova funzione introdotta da Airbnb: prima di tutto la richiesta di prenotazione all’host deve avvenire almeno 14 giorni prima della data in cui si intende affittare l’alloggio, ed inoltre la spesa complessiva per il proprio soggiorno deve essere di almeno 250 dollari.

Effettivamente la nuova funzionalità è molto interessante, perché fino ad oggi il dover pagare subito ed in un’unica soluzione l’intera cifra per un soggiorno poteva risultare scomodo o difficoltoso per chi si trovava a prenotare un soggiorno per una vacanza lunga e costosa.

Airbnb ha iniziato da subito a monitorare l’utilizzo della funzione Pay Less Up Front da parte degli utenti, ed il riscontro è stato positivo, visto che il nuovo sistema di pagamento è utilizzato dal 40% degli utenti che hanno scelto questa opzione per questa opzione per effettuare delle prenotazioni dal costo elevato.

Non siete ancora registrati su Airbnb? Allora è arrivato il momento di registrare il proprio account: registrazione Airbnb

Airbnb
Airbnb

Cos’è Airbnb? Airbnb è una delle piattaforme online più utilizzate per prenotare gli alloggi delle proprie vacanze. In pratica il portale mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, con persone che dispongono di uno spazio extra da affittare, generalmente soggetti privati, che prendono il nome di Host. Il sito è stato aperto nell’ottobre del 2007 da Brian Chesky, Joe Gebbia e Nathan Blecharczyk. Secondo alcuni dati, sembra che in Italia il giro di affari annuo di Airbnb sia di circa 4 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *